Condividi

ANCEE’ diventato operativo lo scorso 9 settembre anche nelle regioni a statuto ordinario, il regime semplificato dell’autorizzazione paesaggistica, che dovrebbe rendere più semplici e veloci le approvazioni per le opere che coinvolgono l’esterno dei fabbricati, quali ad esempio la tinteggiatura o anche altre opere di manutenzione ordinaria.

La nuova normativa però non sembra convincere appieno, dal momento che la mole di pratiche da assolvere resta comunque elevata, anche se la durata del processo di approvazione risulta ridotta dai 135-150 giorni precedenti a 60.

Sul fronte burocratico, restano invece molti i documenti che è necessario presentare, che vanno dalle fotografie agli estratti delle mappe; cosa che porterebbe paradossalmente a produrre qualcosa di molto simile ad un trattato di archietettura anche per la semplice installazione di una tenda da sole su un negozio.

La parte che convince meno, secondo ANCE, è che l’esame di conformità per dell’intervento da parte del Comune prevede l’autorizzazione paesaggistica, che a sua volta prevede l’esame di conformità del Comune.

Insomma, si vedrà nei prossimi mesi e anni se questa semplificazione abbia veramente sortito effetti positivi.

- ANCE -

Tagged with:
 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>