Condividi

Un Rivestimento ideale: la Facciata VentilataI vantaggi per la ristrutturazione e la riqualificazione architettonica sono molti, non solo in termini estetici e pratici, ma anche in termini di resistenza al fuoco e agli eventi sismici. Soprattutto, garantisce il raggiungimento dei più elevati standard di efficienza energetica.

Le facciate ventilate sono anche la soluzione ideale per la costruzione di nuove strutture commerciali o residenziali, ma rappresentano una scelta conveniente ed efficiente, anche per ristrutturare e riqualificare gli edifici esistenti.

Questo sistema di rivestimento può garantire nell’ambito della riqualificazione architettonica degli edifici esistenti, non solo in termini estetico-pratici, ma soprattutto in termini di resistenza ed efficienza energetica.

La parete ventilata, essendo uno schermo applicato esteriormente all’involucro edilizio, è la soluzione più conveniente per restaurare la facciata di un edificio esistente, innanzitutto perché permette di evitare demolizioni e smaltimenti dei rivestimenti precedenti, riducendo notevolmente i tempi di lavorazione e i disagi per i condòmini. Oltre a permettere l’utilizzo di qualsiasi tipo di materiale di rivestimento (marmo, granito, cotto, ecc.) garantisce un migliore isolamento acustico e una maggiore resistenza e sicurezza in caso di incendio o sisma.

I maggiori vantaggi di una parete ventilata sono tuttavia da valutarsi in termini di efficienza energetica: la ventilazione che si genera nell’intercapedine e la protezione del paramento murario dall’irraggiamento diretto del sole consentono una notevole riduzione del fabbisogno energetico dell’edificio, sia in regime invernale sia in regime estivo.

Se a tutto questo aggiungiamo la possibilità di integrare sistemi fotovoltaici o solari termici direttamente sulla facciata questa diventa una delle soluzioni più indicate per il raggiungimento di quei parametri di consumo fissati a “quasi zero” dalle nuove normative europee. In sintesi, una soluzione che consente la contrazione dei consumi energetici del condominio e il conseguente contenimento dei costi.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>