Condividi

Ampliati gli interventi di riqualificazione energetica che godono della detrazione fiscale 55%.

Il decreto legge n. 201/2011, cosiddetto “decreto Salva Italia”, ha dettato nuove regole in materia di agevolazioni fiscali per i contribuenti che effettuano interventi di riqualificazione energetica di edifici giesistenti. In particolare, tra gli interventi agevolabili rientra ora anche la sostituzione di scaldacqua tradizionali con altri a pompa di calore, dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

La detrazione nella misura del 55% delle spese sostenute trova applicazione agli interventi di riqualificazione energetica effettuati fino al 31 dicembre 2012. Dal 1? gennaio 2013, gli interventi di risparmio energetico, che attualmente beneficiano del 55%, potranno essere detratti nella misura del 36%. Infatti, il nuovo articolo 16-bis del Tuir prevede la detraibilitdel 36% anche per interventi relativi alla realizzazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia.

Iva agevolata per la costruzione di immobili non di lusso
Con nuovo orientamento, la Corte di cassazione ha stabilito che, se la costruzione stata falsamente denunciata come immobile non di lusso dal committente, l’appaltatore dell’opera, che ha applicato l’Iva al 4%, deve comunque versare all’erario la maggiore imposta dovuta e non pugiustificarsi con il fatto che non era l’esecutore materiale delle finiture. Cosha stabilito la Corte di Cassazione nella sentenza 3291 del 2 marzo 2012.

Fonte: Agenzia delle Entrate

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>