Condividi

Risparmio energetico: detrazione del 55Solo per il 2012 si può detrarre più della metà delle spese per la riqualificazione energetica nelle abitazioni.

Scade il 31 dicembre 2012 il termine per usufruire dello sconto fiscale del 55% sulle ristrutturazioni per l’efficienza e il risparmio energetico nelle abitazioni. Confermata per tutto il 2012 dalla manovra salva-Italia, l’agevolazione per la riqualificazione energetica dal 2013 è ribassata al 36%, come quella per le ristrutturazioni edilizie, e rimane definitiva, ovvero non avrà più scadenza né avrà bisogno di proroghe.

Le due agevolazioni del 36 e 55% coprono, così, tutto il programma delle spese agevolate per gli interventi edilizi sull’abitazione, ma naturalmente non sono cumulabili. Per adeguarle è stata stabilita la ripartizione della detrazione in dieci rate annuali, a partire dalle spese sostenute nel 2011 e quindi detraibili da quest’anno.

Fra i principali requisiti dell’agevolazione:
- Uno sconto dall’Irpef pari al 55% delle spese sostenute per interventi mirati al risparmio energetico nelle abitazioni fino al 31 dicembre 2012.
- L’importo dev’essere indicato nella dichiarazione dei redditi a partire dall’anno successivo ed è detraibile (con rate di uguale importo) in 10 anni per tutti i contribuenti. Da ricordare che, a differenza del bonus 36%, non ci sono riduzioni di durata per gli over 75).
- Possono usufruirne tutte le persone fisiche che possiedono un immobile a qualsiasi titolo (cioè i proprietari ma anche chi è in affitto o in usufrutto).

Gli interventi agevolabili
Tutti gli interventi su immobili esistenti, quindi non sono agevolabili gli interventi sugli edifici in costruzione, per:
- la riqualificazione energetica, cioè quelli che incidono sulla prestazione energetica dell’edificio realizzando una maggior efficienza. Detrazione massima: 100.000 euro (55% della spesa massima di euro 181.818,18);
- l’isolamento termico degli edifici o parte di essi (singoli appartamenti) per le superfici opache verticali e orizzontali (coperture, pavimenti e pareti). Detrazione massima: euro 60.000 (spesa massima: euro 109.090,90);
- l’isolamento termico tramite la sostituzione di finestre e infissi. Detrazione massima: euro 60.000 (spesa massima: euro 109.090,90);
- l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda. Detrazione massima: euro 60.000 (spesa massima: euro 109.090,90);
- la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a
condensazione, pompe di calore e impianti geotermici “a bassa entalpia” e relativo sistema di distribuzione.

One Response to Risparmio energetico: detrazione del 55%, nuove norme

  1. Monica Ruggero scrive:

    E’ importante mantenere la massima allerta sul tema delle detrazioni legate al risparmio energetico e alle energie rinnovabili. Spesso la cecità dei nostri politici li porta a mettere a rischio il nostro futuro per salvare il loro presente! w la detrazione 55%!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>