Condividi

riqualificazione energetica edifici: 55% prorogata al 2013La detrazione del 55% sui lavori per la riqualificazione energetica degli edifici sarà in vigore fino al 31 dicembre 2013.

Detrazioni fiscali al 55% fino al 2013 per gli interventi di riqualificazione energetica degli immobili, che dal 2014 passeranno però direttamente al 36%. Svanisce così la tanto attesa stabilizzazione del 55%. Nell’ambito degli interventi di riqualificazione energetica, nella prima versione del decreto s’intravedeva una stabilizzazione delle detrazioni del 55%, in risposta alle richieste delle associazioni del settore, ora la modifica della norma proroga il bonus di un altro anno.

Ricordiamo che è la Manovra Salva Italia che regola le agevolazioni fiscali sulle spese sostenute per i lavori di miglioramento energetico degli edifici. In base a quanto stabilito dalla Manovra, la detrazione del 55% scadrà il 31 dicembre 2012, mentre dal 2013 sarà abbassata al 36%, come per i bonus sulle ristrutturazioni. Di conseguenza, se venissero confermati i contenuti del decreto di urgenza, l’abbassamento della detrazione slitterebbe al primo gennaio 2014.

Secondo esperti di settore, sia nel caso che dall’anno prossimo il 55% venga abbassato al 36%, sia nel caso che il bonus per le ristrutturazioni salga dal 36 al 50%, le detrazioni del 55% verranno comunque insabbiate o accantonate e lo Stato non avrà più nessun riscontro sui risultati né in termini di tipologia e di numero di interventi effettuati, né in termini di risparmio energetico ottenuto o di limitazione di emissione di gas climalteranti. Di conseguenza i privati avranno maggiore convenienza ad effettuare ristrutturazioni edilizie che offriranno detrazioni quasi uguali e senza alcuni paletti, quali sottostare ad adempimenti o ricorrere alla consulenza di un tecnico. Uno scenario basato su ipotesi, ma quale futuro per le rinnovabili?

3 Responses to Riqualificazione energetica edifici: 55% prorogata al 2013

  1. Il quadro normativo è abbastanza confuso. Bisogna però anche considerare quello che ci chiede l’Europa in termini di impatto ambientale degli edifici.

    E’ inevitabile che per rispettare le direttive europee in termini di efficienza energetica il legislatore non potrà che procrastinare il limite delle agevolazioni fiscali.

  2. tom scrive:

    Purtroppo son cambiate ancora le carte in tavola…carta vince carta perde…le gravi conseguenze, per i conti dello stato e per tutti noi, della cancellazione delle detrazioni del 55% e il ripristino di quelle del 36% a luglio 2013. Segnalo il dossier Uncsaal presentato al Governo e Parlamentari, liberamente scaricabile a: http://www.uncsaal.it/notizie/ultime/articolo11_e_55%25.html

  3. La Redazione scrive:

    Ecco le ultime notizie dal dossier Uncsaal sull’impatto del DL del 15 giugno sulle detrazioni del 55% (Articolo 11 del Decreto Legge “Misure urgenti per l’avanzamento dell’agenda per la crescita sostenibile”).

    CHARIMENTI
    Fino al 31 dicembre 2012
    *Interventi di riqualificazione energetica degli edifici: conferma dell’attuale normativa con aliquota di detrazione al 55%.
    *Interventi di ristrutturazione: aumento dell’aliquota di detrazione al 50% e aumento dei massimali di detrazione a 96.000 euro.

    Dal 1° gennaio 2013 al 30 giugno 2013
    *Interventi di riqualificazione energetica degli edifici: conferma dell’attuale normativa e riduzione dell’aliquota di detrazione
    al 50%.
    *Interventi di ristrutturazione: aliquota di detrazione al 50% e massimale di detrazione di 96.000 euro.

    Dal 1° luglio 2013
    *Interventi di riqualificazione energetica degli edifici: le detrazioni scompaiono.
    *Interventi di ristrutturazione: le detrazioni, stabilizzate, sopravvivono con aliquota al 36% massimale di detrazione 48.000 euro.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>