Condividi

Gli aiuti alle zone colpite dal terremoto in Emilia RomagnaSospensione dei pagamenti e degli obblighi fiscali sono gli aiuti per gli abitanti delle zone colpite dal terremoto in Emilia Romagna.

La sospensione riguarda i tributi e le cartelle esattoriali che abbiano una scadenza compresa tra il 20 maggio e il 30 settembre, per 104 comuni danneggiati dal sisma in pianura padana.

Bloccati anche i versamenti e gli altri adempimenti tributari, compresi quelli relativi alle cartelle emesse dagli agenti della riscossione, nei comuni che hanno subìto danni dal terremoto del 20 maggio e che sono stati individuati dal dipartimento della Protezione civile. L’elenco è allegato al decreto ministeriale 1 giugno 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di mercoledì 6 giugno.
La sospensione per le scadenze comprese tra il 20 maggio e il 30 settembre riguarda le persone fisiche e soggetti diversi, anche sostituti d’imposta, che alla data del 20 maggio risiedevano o avevano la sede operativa o legale in quei comuni.

Il provvedimento comprende le province di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo. Per le città capoluogo di queste province, la sospensione deve essere richiesta dai contribuenti, che devono allegare alla domanda una dichiarazione di inagibilità della propria casa o del proprio studio professionale o dell’azienda, su verifica dell’Autorità comunale, che provvederà a inviare, entro 20 giorni, la copia della verifica effettuata all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate competente per il territorio.

Non si prevede il rimborso delle imposte già versate anche se rientrano nella sospensione. Si è in attesa di un successivo decreto del Mef, che stabilirà le modalità per effettuare i versamenti e gli adempimenti sospesi.

Tagged with:
 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>