Condividi

Agevolazioni fiscali e prima casa in caso di divorzioIl coniuge che, per un obbligo assunto in sede di separazione o divorzio, cede all’altro la propria quota di immobile, non perde le agevolazioni prima casa.

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n.27/ del 1° giugno 2012, chiarisce che non decade il bonus prima casa se, in sede di omologazione della separazione o del divorzio, è previsto che uno dei coniugi trasferisca all’altro, prima dei previsti cinque anni dall’acquisto, il 50% della casa acquistata con le agevolazioni prima casa.

Infatti, in questo caso il trasferimento al coniuge prima che sia trascorso il termine dei cinque anni rispetta un obbligo assunto in sede di separazione o divorzio, per cui uno dei coniugi cede all’altro la propria quota di immobile, anche prima dei cinque anni d’obbligo. Inoltre, non decade il beneficio delle agevolazioni prima casa nel caso in cui, sempre in base all’accordo omologato dal tribunale, entrambi i coniugi decidano di vendere ad altri la proprietà dell’immobile e uno dei coniugi cede all’altro il ricavato dalla vendita.

Il bonus prima casa non decade neppure se il coniuge che riceve l’intero importo che deriva dalla vendita acquista un altro immobile da adibire ad abitazione principale, entro un anno dall’alienazione. A sua volta, il coniuge che cede l’immobile a terzi e riversa il ricavato della vendita all’altro coniuge non è obbligato ad acquistare un nuovo immobile per evitare la decadenza del bonus prima casa.

Tagged with:
 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>